Torna alla Homepage
Alcune domande frequenti


• Che cosa sono i sigillanti dentali?

Tra i siti a maggiore rischio di carie sono i solchi tra le cuspidi dei denti, specialmente sui molari, dove lo spazzolino da denti non riesce a eliminare del tutto la placca che vi si accumula.
Per ovviare a questo rischio, quando è il caso, appena il dente è spuntato a sufficienza da permettere un intervento corretto, si può eseguire una sigillatura dei solchi.

Il sigillante è un composito fluido, opaco o trasparente, che viene fatto penetrare nei solchi e poi polimerizzato. Esso svolge il suo compito protettivo solo se è applicato correttamente, cioè se il dente è pulito a fondo, lo smalto mordenzato adeguatamente e se si può assicurare un lavoro esente da contaminazioni della saliva.

Non proponiamo la sigillatura sistematicamente a tutti i ragazzi ma soltanto a coloro dove i solchi sono particolarmente a rischio.
Il sigillante dura diversi anni ed è possibile riapplicarlo se del caso. In ogni caso a partire dall’ età adulta, quando il rischio di carie diminuisce ciò non è più necessario.


<< Torna a domande frequenti